Come i social network influenzano la nostra vita

I social network sono diventati parte integrante della nostra vita. Possiamo dire che gli strumenti tecnologici, smartphone, tablet e computer, sono diventati una protesi per i nostri arti superiori.

Capiamo però come i social network influenzano la nostra vita, in modo positivo o negativo, in questo articolo.

Perché i social media creano una dipendenza?

Possiamo dire che la vita sui social media sia una proiezione di immagini ideali di sé stessi. Spesso, soprattutto quando parliamo di profili fake, sono delle realtà create per cercare approvazione e un bisogno di riconoscimento dagli altri. In questo modo si cerca di compensare delle insicurezze che ogni individuo ha nella vita reale.

In casi molto estremi si rischia di arrivare a quello che viene chiamato cyberliving ovvero quello in cui la realtà virtuale diventa l’unica cosa che la persona conosca.

Questo è un fatto molto comune tra gli adolescenti che, negli amici virtuali, trovano una sicurezza alla timidezza e alla difficoltà di emergere nella vita reale.

I ragazzi più fragili vedono internet e il mondo sulla rete come un rifugio dalla realtà che spesso viene vista come pericolosa o molto complessa.

Questo succede anche agli adulti? Certo! Tutti possiamo “cadere” nell’inghippo della rete. Per un adulto risulta però un po’ più difficile, ci dev’essere una predisposizione a sviluppare delle dipendenze o trovarsi in situazioni molto negative che portano a disturbi di ansia e depressione.

Internet può diventare una malattia?

La rete amplifica il senso di controllo e soddisfa immediatamente alcuni specifici bisogni: informazioni, socialità, divertimento e molti altri. Tutto facendo solamente un click. Al tempo stesso la rete non è un oggetto inerte ma stiamo parlando di una dimensione interattiva, complessa e sempre in continua crescita.

Esiste un disturbo chiamato I.A.D. (disturbo da dipendenza da internet) che si ha quando una persona non riesce più a utilizzare in modo corretto e controllore il suo utilizzo della rete.

In cosa consiste questa patologia? La persona che ne è affetta potrebbe arrivare a rinunciare alle sue attività nella vita reale, ad avere meno attenzione, essere più aggressiva o ostile verso gli altri, perdere le relazioni familiari o veder crollare i propri risultati scolastici o lavorativi. In generale si ha una riduzione totale della propria vita reale.

Quali sono i pro dell’utilizzo del social media?

Sicuramente il primo di cui possiamo parlare è la comunicazione immediata a livello globale. Molti sono i flussi di informazione che si muovono in tempo reale e, così facendo, le distanze si accorciano in modo da potersi mettere in contatto anche con persone molto lontane da noi.

Hai la possibilità di condividere in modo rapido e veloce tutte le tue passioni, i tuoi pensieri e la tua vita con altri. In questo modo puoi relazionarti con molte persone che amano le tue stesse cose e cercare un confronto con le persone con cui si è in contatto.

Ricordatevi sempre che se siete gelosi della vostra privacy condividere la vostra vita sui social media non è la scelta migliore, sui social la privacy è tutelata ma, al tempo stesso, la vostra vita è alla portata di tutti.

Quali sono, invece, i contro?

Se i social media, e internet in generale, non vengono utilizzati in modo corretto possono far sì che le le persone perdano il contatto con la realtà. Bisogna sempre ricordare che avere tanti amici sui social non è come averli nella vita reale.

Questi strumenti creano dipendenza, è importante usarli quando non si ha altro da fare.

Le notizie che circolano sui social media non sono sempre veritiere quindi fate attenzione alle fonti delle varie notizie, spesso sono fake oppure create da persone che vogliono solo screditarne altre.

× Come possiamo aiutarti ?