Google Pay per Stay per gli Hotel

Google Pay Per Stay

Google Pay Per Stay è il nuovo modello pubblicitario introdotto come forma di rilancio per gli hotel dopo la chiusura forzata causa COVID. Questa nuova modalità, basata su commissioni sulle vendite, consente alle strutture ricettive di pagare le spese pubblicitarie in modo posticipato.

Ampliando la sua offerta pubblicitaria Google si è posto in concorrenza con le varie OTA (Online Travel Agency) come Booking, Hotels, Expedia, Trivago.

Se da un lato questi siti sono importanti clienti di Google Ads, dall’altra sono diventati veri e propri competitors per le ricerche. Il momento non è sicuramente florido per le agenzie viaggi e anziché aiutare tali clienti Google ha deciso di irrompere prepotentemente in tale mercato.

Quali requisiti sono richiesti per le campagne Google Pay Per Stay?

Per avviare delle campagne pubblicitarie con il pagamento di commissioni per soggiorno, è necessarie seguire delle precise linee guida descritte da Google

  1. Bisogna essere in possesso di un account Google Ads e aver impostato il profilo di fatturazione su “Hotels Center”, la piattaforma specifica per i cosiddetti “Hotel Ads” lanciata nel 2010;
  2. Avere un booking engine (un gestore delle prenotazioni) e impostare il monitoraggio delle conversioni con valori specifici in base alla transazione.
  3. Impostare la categoria dell’azione di conversione su “Acquisto”;
  4. Inviare ad intervalli regolari il rapporto sulle riconciliazioni.

Quali sono le differenze tra i modelli di pubblicità?

Innanzitutto è bene precisare che, per il momento, le classiche campagne Pay-per-Click garantiranno una maggior visibilità ed in alcune zone turistiche molto competitive non potranno essere interamente sostituite dalle nuove campagne “Pay-per-Stay” (“A soggiorno”).

Tra i due modelli a commissione (il vecchio a “conversione” ed il nuovo a “soggiorno”) la modalità “A Soggiorno” calcola le spese pubblicitarie basandosi sull’effettiva vendita e non sul valore della prenotazione  e l’ottimizzazione elaborata dall’intelligenza artificiale di Google permette di migliorare le campagne in base ai dati dei soggiorni effettivi (che spesso si discostano dalle prenotazioni proprio a causa delle disdette).

Quanto dovrò spendere?

Se da un lato pagare sulle effettive vendere può essere allettante per un albergatore, dall’altra non è detto che sia sempre conveniente, soprattutto se sei già in possesso di un efficace sistema di acquisizione clienti.

La visibilità per gli Hotel verrà determinata anche in base alla commissione che potrai permetterti di pagare a Google perché, come nelle campagne per click, anche nelle campagne “A Soggiorno” la posizione degli annunci verrà determinata con un’asta tra le strutture.

× Come possiamo aiutarti ?