Local search marketing: tutti i consigli per una visibilità locale

Quando pensiamo al local search marketing le prime cose che ci vengono in mente sono mappe, indicazioni stradali e smartphone. È da qui che nasce la local search marketing, unendo insieme tutti questi termini.

L’evoluzione della ricerca locale

Per scoprire quando nasce la local search marketing bisogna tornare indietro all’incirca al 1800. In questo momento si iniziano a diffondere i primi strumenti tecnologici e le destinazioni e i luoghi preferiti si annotano su dei notebook cartacei.

Nel tempo sono nate poi le pagine gialle e le guide locali in cui all’interno si trovavano molte informazioni su attività commerciali, recapiti e numeri per poterle contattare.

Con la diffusione della rete e un computer sempre connesso a internet, si trovano online tutte le informazioni di cui possiamo avere bisogno, in modo pratico e molto veloce.

Finalmente ora le indicazioni stradali sono alla portata di tutti, si possono trovare in qualsiasi momento e in modo molto rapido.

Perché e come utilizzare la local search?

I punti focali del local search marketing sono vicinanza e geolocalizzazione. Le aziende e le strutture che devono puntare la maggior parte delle loro risorse su questa informazione sono attività locali ed esercizi commerciali come ristoranti, negozi, studi professionali e attività ricettive poiché sono molto impattanti a livello geografico in modo specifico e ben delimitato. È un’attività essenziale per quegli esercizi che si trovano in zone molto trafficate o di grande afflusso turistico.

Come dicevamo sono molti gli utenti che si affidano a una ricerca sullo smartphone prima di visitare un qualsiasi posto, possiamo dire uno su tre.

Spesso cercano informazioni pratiche come un indirizzo di un negozio o gli orari di apertura. È quindi importante che la scheda Google My Business, che andremo a vedere nel dettaglio a breve, sia il più possibile completa per avere il successo sperato.

Sono diverse le cose importanti su questo strumento, oltre a inserire le informazioni specifiche, bisogna scegliere la categoria del proprio business in modo attento e preciso. Google ti fornirà degli suggerimenti del settore ma sarai tu a identificare quello più corretto per la tua attività.

Nel momento in cui si cercano delle informazioni più generiche, google poi fornisce agli utenti anche le informazioni più specifiche. Ad esempio se cercate “negozio di abbigliamento” vi verranno mostrate anche le categorie “negozio di abbigliamento sportivo”, “negozio vintage”, “negozio di abbigliamento per bambini” e via dicendo.

Integrare Google my business e il local search marketing alla strategia SEO

Ricordati di inserire sempre il sito web della tua attività nella scheda “più informazioni” di Google My Business. Sono proprio questi dati che aiutano Google a migliorare i risultati della ricerca degli utenti.

Questo vuol dire che anche la tua vetrina web dovrebbe essere ben visibile e facilmente leggibile dai motori di ricerca. Sviluppa una buona pagina “Chi siamo” e una homepage con delle keyword specifiche riguardo la tua attività e ai tuoi prodotti o servizi. Aggiungendo immagini e una mappa con la posizione precisa della tua sede creerai una pagina ancora più efficace.

La combinazione di un sito ben fatto, di Google My Business compilato in modo preciso e in tutte le sue parti e la local search marketing ti permetterà di spingere molto il tuo business e di comunicare ai nuovi potenziali clienti tutte le opportunità che potrebbero avere affidandosi a te e ai tuoi servizi.

 

In Areaseb ti aiutiamo a importare correttamente la tu local search marketing e a espandere il tuo business al massimo delle sue potenzialità.

× Come possiamo aiutarti ?