Vendere su Google senza commissioni

Vendere su Google senza commissioni

Vendere su Google senza commissioni? Questo è il passo fatto questo mese da Google per aiutare la digitalizzazione delle aziende cercando di far entrare quanti più e-commerce nell’ecosistema Google. Le recenti mosse di Facebook con la creazione di Facebook Shops hanno sicuramente accelerato lo sviluppo di nuove soluzioni per vendere online

I venditori che partecipano all’esperienza di acquisto su Google (Buy on Google) non dovranno più pagare una commissione. Inoltre, Google offrirà ai commercianti una scelta più ampia aprendo la nostra piattaforma a fornitori di terze parti, a partire da PayPal e Shopify.


Questi cambiamenti riguardano il fornire a tutte le aziende, dai piccoli negozi alle catene internazionali, il posto migliore per connettersi con i clienti, indipendentemente da dove si verifichi un acquisto.

Dalla ricerca su Google all’acquisto completo senza sforzi per l’utente con un processo di conversione sempre più fluido e semplificato.

Vendere su Google

Le principali novità

Google ha azzerato le commissioni che prima richiedeva per l’utilizzo del pulsante “Acquista su Google”, abbassando così i costi complessivi per la presenza online di un e-commerce e rendendo ancora più facile per i rivenditori di tutte le dimensioni vendere direttamente su Google. 

Iscrivendosi al Merchant Center saranno disponibili più più opzioni rispetto al passato poiché Google ha deciso di lasciare più libertà ai negozianti di scegliere i metodi di pagamento, la gestione dell’inventario e degli ordini. Partendo da PayPal e Shopify ci sarà sempre più spazio per software e soluzioni di terze parti che andranno ad interfacciarsi con la piattaforma di Google.
Per vendere direttamente su Google non sarà necessario abbandonare gli attuali servizi di altri fornitori.

Visto il boom di iscrizioni ai programmi di vendita online di Google verrà reso disponibile su Google Shopping un filtro per rendere più visibili le piccole aziende e valorizzare il processo di digitalizzazione in atto dei piccoli commercianti che rappresentato una grossa fetta del tessuto imprenditoriale italiano.

Importazione del magazzino in pochi click

Per vendere su Google in modo ancor più semplice,  sono stati semplificati gli strumenti e sono stati resi più compatibili con i processi esistenti dei commercianti grazie all’abilitazione dei formati di feed di prodotti più in voga. Ciò significa che i commercianti possono collegare il loro inventario per vendere direttamente su Google senza dover riformattare i loro dati. Inoltre Google sta aggiungendo una nuova opzione per consentire ai commercianti di aggiungere informazioni sul prodotto (come immagini o specifiche tecniche) estraendo dal nostro database esistente anziché doverlo caricare da soli.

L’inizio della rivoluzione

Tutto ciò che Google ha annunciamo in questi giorni di verrà reso disponibile inizialmente solo negli Stati Uniti, con la previsione di aprirsi internazionalmente tra la fine del 2020 ed i primi mesi del 2021. 

L’obiettivo di Google è rendere il commercio digitale più accessibile per i commercianti di tutte le dimensioni in tutto il mondo, offrendo ai consumatori più scelta e più modi per trovare i migliori prodotti, negozi e prezzi.

× Come possiamo aiutarti ?